Come effettuare un corretto trattamento chimico dell’acqua nelle minipiscine Wellisitalia

Se non vuoi leggere tutto, puoi scaricare un pratico PDF riassuntivo con tutte le istruzioni qui, oppure continua a leggere.

Sempre più persone ci contattano per capire come trattare chimicamente l’acqua delle minipiscine che vendiamo. La chimica dell’acqua in una minipiscina Wellisitalia non è semplicissima in quanto ogni regione, ogni provincia, ogni città e ogni famiglia ha un’acqua diversa e utilizza la minipiscina in modo diverso. Noi di Wellisitalia ci impegniamo ogni giorno raccogliendo milioni di dati per cercare di realizzare la “guida definitiva” o almeno provare a realizzare un metodo universale per permettere a tutti di avere l’acqua della propria minipiscina sempre splendida, limpida e disinfettata! Un trattamento corretto si distingue in varie fasi: shock e di mantenimento sono quelle di utilizzo normale, poi c’è la chiusura e la pulizia periodica dei filtri e per ultima il vuotamento totale.

Seguendo la nostra guida accuratamente non sarà necessario diventare matti, prendere appunti, dimenticarsi i dosaggi o, la cosa più importante, sentire il terribile odore di cloro forte che tutti sono soliti associare ad una minipiscina idromassaggio.

Per prima cosa bisogna avere a disposizione uno Starter Kit che è così composto:

1 – Test Kit
2 – Dicloro in polvere
3 – pH Down

Dopo aver riempito per la prima volta la nostra minipiscina, diamo corrente, impostiamo un filtraggio da almeno 8 ore al giorno (divisibile anche in due fasce orarie da 4 ore ciascuna, ma non meno!) e regoliamo la temperatura (tipicamente si consiglia attorno ai 34°C in estate e 37°C in inverno.

Trattamento shock

A questo punto la minipiscina impiegherà circa un giorno per giungere in temperatura (il riscaldatore garantisce una resa di circa 1-1,5°C/h, considerando che l’acqua corrente è attorno ai 14-16°C, deve aumentare di almeno 20°C per raggiungere la temperatura impostata) e noi possiamo fare da subito un trattamento shock di cloro avendo messo dell’acqua nuova e accendere le pompe idromassaggio per 30 minuti:

Trattamento shock iniziale: 20 grammi/mc di dicloro
(idromassaggio attivo per 30 minuti)

A questo punto possiamo lasciare aperta la nostra minipiscina mentre l’idromassaggio è in funzione e trascorsi 30 minuti la chiudiamo, ci penseremo il giorno successivo.

Trattamento chimico di mantenimento (tipicamente 2 volte a settimana)

Il giorno successivo al trattamento shock iniziale, il cloro avrà svolto la sua funzione disinfettante e il riscaldatore avrà portato l’acqua alla temperatura desiderata. Dobbiamo misurare il pH.

Prendiamo il pratico barattolo per la misurazione, rimuoviamo il tappo in gomma e infiliamolo a testa in giù per almeno 40cm nell’acqua, ruotiamolo e tiriamo su un campione di acqua. Facciamo fuoriuscire alcune gocce e immergiamo una pasticca di phenol red all’interno del comparto di sinistra, chiudiamo e agitiamo bene. Dopo pochi secondi l’acqua diventerà di un colore dal giallo al rosso a seconda del livello di pH presente nell’acqua.

Questa operazione ci permette di verificare il livello di pH all’interno dell’acqua. La cosa è molto importante in quanto con un livello di pH troppo alto il potere disinfettante del cloro diminuisce. Il pH corretto all’interno delle minipiscine Wellisitalia è di 7.0-7.2 e guardando la colorazione presente nel barattolo possiamo vedere se alzare (difficilmente) o abbassare (più probabile) il pH utilizzando la seguente relazione:

10 grammi/mc -> abbassano il pH di 0.1 unità
(idromassaggio attivo per 30 minuti)

Lasciamo acceso l’idromassaggio per almeno 30 minuti e facciamo un nuovo test. Il pH ha raggiunto il valore di 7.0-7.2? Benissimo, aggiungiamo 5 grammi di Dicloro in polvere, facciamo partire l’idromassaggio un paio di minuti e possiamo fare il bagno in tutta sicurezza! Il pH è ancora elevato o troppo basso? Facciamo un nuovo dosaggio e azioniamo le pompa per ulteriori 30 minuti.

Chiusura della minipiscina

Sempre più spesso i clienti ci chiedono se utilizzare o no la minipiscina durante l’inverno. Questa è una scelta che può fare ogni persona, noi consigliamo vivamente di gustarsi un rilassante bagno a 36°C anche in inverno, ma non tutti sono così “temerari”. Arriva dunque il momento di chiudere la propria minipiscina. Le procedure da seguire sono poche e estremamente semplici:

1 – Regolare il pH portandolo come solito a 7.0-7.2
2 – Dopo 30 minuti di idromassaggio in funzione effettuiamo una clorazione shock
3 – Dopo 30 minuti di idromassaggio in funzione mettiamo nell’acqua grammi di svernante (o Acquastop, presente nel nostro starter kit)
4 – Impostiamo la modalità “Away” o “Aereo” e impostiamo due ore di filtraggio al giorno, abbassiamo la temperatura fino a 6°C
5 – Chiudiamo la copertura ma non stacchiamo la corrente! Tutte le nostre minipiscine hanno la protezione dal congelamento, quindi rimanendo accese la protezione rimane sempre attiva e la minipiscina sarà al sicuro per tutto l’inverno!

Pulizia periodica dei filtri

L’operazione di pulizia dei filtri è semplicissima e va effettuata mediamente una volta al mese. E’ sufficiente rimuovere i filtri dalla loro sede, farli asciugare al sole, in estate ci vuole veramente pochissimo, nebulizzare abbondantemente il prodotto Acido per la pulizia dei filtri su tutta la superficie del filtro e lasciare agire per almeno 15 minuti. In questa fase la minipiscina è utilizzabile, solamente sarà più scoperta da peli e insetti, ma l’operazione è veramente velocissima. Passati i 15 minuti, possiamo sciacquare il filtro con abbondante acqua di rubinetto e rimontarlo.

La fascia attorno al filtro non si deve rimuovere! E’ un segnale di usura utile a sapere quando il filtro raggiunge il fine vita, in genere il filtro va sostituito entro un anno o quando la fascia si sfilaccia del tutto.

Vuotamento

L’operazione di vuotamento è un’operazione saltuaria, che può capitare una volta al mese o una volta all’anno, tutto dipende da chi utilizza la minipiscina e come.

Una volta all’anno consigliamo di effettuare un vuotamento totale e un lavaggio delle tubature, nessun problema, non lo dovete fare voi! E’ sufficiente rimuovere il filtro, i poggiatesta e versare all’interno dell’acqua 150 grammi del nostro acido per tubature (Sanidrò) direttamente nell’acqua, azionare l’idromassaggio per 30 minuti, lasciare riposare l’acqua per 30 minuti, azionare nuovamente l’idromassaggio per 30 minuti e l’operazione è fatta!

A questo punto si può staccare corrente e aprire lo scarico. Acqua e residui presenti all’interno della minipiscina e delle tubature defluiranno verso l’esterno. Aiutiamo con una gomma dell’acqua l’operazione sciacquando abbondantemente la minipiscina e saremo pronti per riempirla nuovamente!